Spaccio di droga, arrestato un giovane ospitato in un centro di accoglienza

La Guardia di Finanza coglie sul fatto a Torre de' Passeri un cittadino nigeriano ospitato in un centro di accoglienza di Turrivalignani

Un uomo è stato tratto in arresto dalla Guardia di Finanza per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
In particolare, a finire in manette è stato un giovane di nazionalità nigeriana che è ospite di un centro di accoglienza di Turrivalignani.

I militari del Nucleo Mobile della Tenenza di Popoli, nel corso di un'attività di controllo hanno "beccato" in flagranza il cittadino nigeriano mentre stava consegnando droga, 3 dosi di marijuana in particolare, a un italiano residente nella zona di Torre de' Passeri.

Le Fiamme Gialle hanno così fermato e identificato l'uomo scoprendo come avesse dato appuntamento alla stazione di Torre de' Passeri per poi fare rientro in un centro accoglienza di Turrivalignani, nel quale dimora.

Dalla perquisizione personale sono stati rinvenuti altre dosi di sostanza stupefacente, e nel corso di un controllo nel centro accoglienza, con il supporto delle unità cinofile di Pescara, ha consentito di scoprire, nascoste con destrezza, altre 6 dosi di marijuana.  
In totale, sono state rinvenute e sottoposte a sequestro 11 dosi di marijuana dal peso di 10 grammi e 30 euro frutto della cessione intercettata.

Il consumatore Italiano è stato segnalato alla Prefettura di Pescara con il relativo sequestro amministrativo della sostanza stupefacente, mentre su disposizione dell’autorità giudiziaria il soggetto extracomunitario è stato sottoposto alla misura cautelare dell’arresto in carcere e sarà processato per direttissima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L’azione di servizio sottolinea, ancora una volta», fanno sapere dalla Guardia di FInanza, «il costante presidio e controllo attuato sul territorio pescarese dalla Guardia di Finanza a difesa della legalità, volto a contrastare gli illeciti in tutte le sue forme, soprattutto a tutela e beneficio dei soggetti più giovani che si avvicinano pericolosamente al mondo degli “stupefacenti”, anche nelle eree interne della provincia, ritenute meno attratte da fenomeni illeciti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

  • Autostrada A14 nel caos, 8 km di coda prima del casello di Pescara Nord/Città Sant'Angelo

  • Coronavirus, la Asl di Pescara lancia un appello per il plasma iperimmune: "Servono donatori"

Torna su
IlPescara è in caricamento