Non ne puoi più del mal di testa? Ecco come combatterlo e prevenirlo

Soluzioni utili per combattere un attacco di mal di testa, o cefalea, e consigli per prevenirla

Chi non ha mai sofferto di mal di testa? Sono davvero poche le persone che possono ammettere di non aver mai avuto un attacco di cefalea o, peggio ancora, l’emicrania. Il mal di testa, infatti, è un disturbo piuttosto frequente che colpisce tutte, piccoli e grandi, uomini e donne. Il dolore può riguardare vari punti del cranio e coinvolgere pure il collo.

È importante sapere che ci sono vari tipi di mal di testa e diversi sono anche i fattori scatenanti, anche se il più delle volte non si riesce a individuare bene la motivazione principale.

L’emicrania, ad esempio, che un mal di testa cronico e di intensità importante, colpisce circa l’11,6% della popolazione italiana, stando ai dati diffusi dalla ricerca 'Vivere con l'emicrania', realizzata dal Censis con la collaborazione di Eli Lilly, Novartis e Teva. Tra i sintomi dell’emicrania troviamo: flash di luce, visione di punti neri o formicolio alle gambe o alle braccia. Quando si soffre di emicrania è anche possibile che si presentino altri disturbi, come nausea, vomito ed estrema sensibilità alla luce e ai rumori.

La prevenzione

Per prevenire il mal di testa, o cefalea, si consiglia di modificare il proprio stile di vita.

  • Dieta sana e bilanciata: cioccolata, alcolici, latticini e in genere tutti i cibi grassi possono provocare la cefalea.
  • No al digiuno: digiunare può far venire mal di testa.
  • Fare esercizio fisico regolarmente.
  • Fare impacchi freddi: utili nei periodi particolarmente stressanti.
  • Dormire bene: un buon riposo è sempre utile per prevenire problemi fisici.
  • Non abusare di farmaci.
  • Ricorrere all’agopuntura.

Si consiglia di tenere un diario, dove appuntare le date in cui si soffre di cefalea, così da sottoporlo al proprio medico.

Come combattere efficacemente il mal di testa durante un attacco

Quando si avverte spossatezza a causa del mal di testa, conviene riposarsi e dormire a pancia in su, perché sembra che questa posizione aiuti a far passare più velocemente il dolore.

Fare una respirazione profonda è un altro ottimo metodo per scacciare la tensione e rilassarsi. Anche fare una fasciatura stretta alla testa serve per comprimere la parte e ridurre l’afflusso di sangue al cuoio capelluto, così da diminuire le pulsazioni tipiche della cefalea.

Tenere le luci basse o, ancor meglio spente e fare dei massaggi.

La digitopressione, infatti, è molto utile. Ecco come farla:

posizionare i pollici a sinistra e a destra del naso, all’altezza degli occhi, e strofinarli premendo leggermente fino a raggiungere la parte interna del sopracciglio. Il movimento va fatto per una decina di minuti, senza modificarne l’intensità. Afferrare il lobo dell’orecchio tra pollice e indice, massaggiarlo con piccoli cerchi concentrici per 10 minuti. Stringere la pelle della fronte tra pollice e indice, poi rilasciarla lentamente, e ripetere più volte. Esercitare una delicata pressione con i pollici sulla zona immediatamente inferiore alle sporgenze ossee della nuca.

Pancia gonfia: cause e rimedi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Il programma televisivo 'Food Advisor' fa tappa a Pescara [VIDEO]

  • Uomo trovato senza vita in casa, il cane lo veglia e aggredisce suo fratello

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Meteo, le previsioni per Pescara e l'Abruzzo

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

Torna su
IlPescara è in caricamento