Ancora oltre mille abruzzesi colpiti dall'influenza stagionale, ma il peggio sembra passato

Il dato di riferisce alla sesta settimana del 2020

L'Abruzzo, con 1.038 persone costrette a letto, resta tra le regioni più colpite dall'influenza.
Il dato di riferisce alla sesta settimana del 2020.

L'aspetto positivo riguarda il fatto che i casi di sindrome simil-influenzale inizia lentamente a diminuire dopo aver raggiunto il picco stagionale nella precedente settimana con un livello di incidenza pari a 13 casi per mille assistiti (nella nostra regione è al 16,23). Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 763.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 5.018.000 casi.

Val D’Aosta, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise e Basilicata le regioni maggiormente colpite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • Torna troppo tardi a casa dallo studio, avvocato multato di 550 euro dalla Guardia di Finanza

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

  • Coronavirus, prorogate fino al 13 aprile tutte le zone rosse speciali in Abruzzo

Torna su
IlPescara è in caricamento