Coronavirus e guanti usa e getta: come si usano correttamente, i consigli dell’Iss

Da settimane conviviamo con le restrizioni governative e le misure di contenimento per evitare il temibile Coronavirus

Da settimane conviviamo con le restrizioni governative e le misure di contenimento per evitare il temibile Coronavirus. Per farlo ci siamo muniti di mascherine, spesso difficili da reperire, e guanti usa e getta, ovvero monouso e in lattice. Usiamo questi dispositivi principalmente quando siamo fuori casa, ma lo facciamo nella maniera corretta?

L’Iss – Istituto Superiore di Sanità – fornisce le indicazioni su come indossare i guanti usa e getta (monouso) e, di conseguenza, gli errori da non fare.

Premesso che l’uso dei guanti aiuta a prevenire le infezioni ma solo a determinate condizioni, altrimenti il dispositivo di protezione può diventare un veicolo di contagio, è utile sapere che si possono usare purché:

  • non sostituiscano la corretta igiene delle mani che deve avvenire attraverso un lavaggio accurato e per 60 secondi;
  • siano ricambiati ogni volta che si sporcano ed eliminati correttamente nei rifiuti indifferenziati;
  • come le mani, non vengano a contatto con bocca naso e occhi;
  • siano eliminati al termine dell’uso, per esempio, al supermercato;
  • non siano riutilizzati.

Come indossarli e toglierli

I guanti sterili dovrebbero essere indossati e tolti evitando il più possibile di toccare la parte esterna con le mani, altrimenti è inutile.

Per indossarli, prendiamoli dal risvolto, con il pollice e l'indice, in modo da toccare sempre e solo la parte interna. Per toglierli, afferrare il primo guanto con l'altra mano, sfilarlo e accartocciarlo nella mano ancora coperta, stringendola a pugno. Per togliere anche il secondo guanto, inserire due dita nel risvolto e sfilarlo girandolo al contrario, in modo che il primo guanto rimanga "intrappolato" e che con le mani si possa toccare solo la parte interna, ora rovesciata verso l'esterno.

L'importanza di indossare i dispositivi di protezione in maniera corretta è sottolineato anche dalla Fondazione Umberto Veronesi.

"Usare guanti e mascherina nella maniera più corretta possibile è estremamente importante perché se li utilizziamo nella maniera scorretta rischiamo di contaminarci anche più facilmente di quanto non potrebbe essere senza questi dispositivi", spiega Agnese Collino, biologa e supervisore scientifico sul sito della Fondazione. 

È inoltre cruciale tenere a mente e rispettare tutte le altre raccomandazioni: lavare le mani e mantenere la distanza interpersonale, "che è la cosa più importante, perché sia guanti che mascherine non hanno un’efficacia del 100 per cento. Mai”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento