Alloro, un alleato contro l’influenza e non solo

Pianta aromatica sempreverde, l’alloro ha molteplici proprietà e una svariata quantità di benefici

Pianta aromatica sempreverde, l’alloro ha molteplici proprietà e una svariata quantità di benefici. Non è solo utile in cucina per dare sapere e odore a una determinata pietanza, ma è ottimo per la salute.

Dell’alloro si utilizzano solitamente le foglie, ma anche le bacche hanno proprietà benefiche. Curiosi di conoscerle?

Benefici dell'alloro 

L’elevato contenuto di oli essenziali presenti nelle foglie e nelle bacche di alloro determina l’alto potere delle proprietà benefiche di questa pianta aromatica.

L’alloro è un digestivo naturale, tra i più efficaci in natura.

Combatte il gonfiore addominale perché favorisce l’espulsione dei gas dall’apparato gastrointestinale.

Ha proprietà antiossidanti molto potenti, derivate dalla presenza di limonene e vitamina C.

Rafforza il sistema immunitario perché la vitamina C ha effetti anti-virali.

Favorisce la guarigione delle ferite.

Le foglie di alloro fresche sono ricche di vitamina A, che a sua volta serve per la salute di vista, pelle e mucose.

Le foglie contengono anche le vitamine del gruppo B, che aiutano a trasformare il cibo assunto in energia, migliorando l’efficienza del metabolismo.

L’alloro è inoltre ricco di sali minerali quali potassio, rame, calcio, manganese, ferro, selenio, zinco e magnesio.

Vanta anche proprietà astringenti e diuretiche.

Tra le altre proprietà benefiche dell’alloro troviamo anche la capacità di stimolare l’appetito, è utile per il trattamento di artrite dolori muscolari, bronchite e sintomi dell’influenza, e per eliminare il catarro bronchiale. Serve anche per il trattamento del comune mal di testa e dell’emicrania. L'infuso di alloro si può usare anche per disinfettare il cavo orale e fare gargarismi in caso di infiammazioni o problemi di alitosi.

Come preparare l’infuso e decotto di alloro

L’infuso di alloro è molto semplice da preparare. Dopo aver portato l'acqua ad ebollizione l’acqua, basta immergere 3 o 4 foglie di alloro (fresche o secche) a fuoco spento lasciandole in infusione per circa 10 minuti.

Il decotto, invece, si ottiene dalle bacche, ma è altrettanto facile da preparare. È necessario far bollire 1 litro d’acqua e, a fuoco spento, lasciare in infusione un cucchiaino di bacche per 10-15 minuti.

Per rendere più gustosi sia l'infuso che il decotto, si può aggiungere una buccia di limone o di arancia essiccata e non trattata, ed entrambi possono essere assunti 2 o 3 volte al giorno in caso di:

  • problemi digestivi,
  • flatulenza,
  • dolori mestruali,
  • infiammazione del cavo orale,
  • alitosi,
  • influenza o raffreddore,
  • bronchite.

Come si ricava l’olio di alloro

L’olio di alloro si ottiene dalle bacche di alloro ben lavate e asciugate, pestate e messe a macerare per circa un mese in olio di oliva. Questo olio può essere utilizzato a scopo curativo, per effettuare massaggi decontratturanti e nel trattamento dell’influenza, e per la realizzazione di saponi e altri prodotti di igiene e bellezza.

In caso di tosse, febbre o raffreddore, si possono effettuare dei massaggi con l'olio sul petto o versarne 5 o 6 gocce in un diffusore di aromi. Oppure si può massaggiare su corpo, schiena e gambe per combattere contratture e dolori muscolari.

È sempre opportuno consultare il medico prima di assumere regolarmente l’alloro. La sua assunzione ripetuta può, infatti, interferire con gli effetti dei farmaci sedativi e, se assunto in dosi eccessive, può portare alla comparsa di alcuni effetti collaterali come sonnolenza, crampi addominali, diarrea e mal di testa.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento