Volo Ryanair dirottato a Bologna, odissea e proteste per i passeggeri partiti da Pescara

A causa delle cattive condizioni meteo Ryanair ha fatto atterrare il volo partito da Pescara e diretto a Bergamo, a Bologna. L'avvocato Gargano: "Violato il regolamento Ce"

Sono arrivati a destinazione con circa 6 ore di ritardo e, secondo un avvocato esperto nel settore dei risarcimenti per i consumatori e passeggeri aerei, potranno richiedere un risarcimento per la violazione del regolamento Ce 261 del 2004. Odissea per i passeggeri del volo Pescara Bergamo che il 15 novembre scorso sono partiti dall'aeroporto di Pescara e sono arrivati a destinazione dopo circa 6 ore e che adesso, secondo l'avvocato Gargano, potranno chiedere un risarcimento alla compagnia aerea per alcune violazioni dei diritti stabiliti dal regolamento comunitario che tutela proprio i viaggiatori.

AEROPORTO, NUOVI VOLI DA PESCARA

Il volo, a causa delle condizioni meteo avverse, è stato fatto atterrare a Bologna. Da qui, i passeggeri hanno raggiunto Bergamo con un pullman messo a disposizione dalla compagnia aerea irlandese, ma a quanto pare la disponibilità di questo mezzo non sarebbe stata comunicata tempestivamente ai passeggeri che, in molti casi, avevano già provveduto con altri mezzi (fra cui auto a noleggio) per raggiungere la destinazione iniziale del volo. Inoltre, non sarebbero stati garantiti pasti e bevande come previsto dalla carta dei diritti dei viaggiatori. I passeggeri poi sono stati fatti atterrare a Bologna mentre il regolamento prevede che debbano atterrare nell'aeroporto più vicino a quello di destinazione, come ad esempio Linate o Malpensa, ma Ryanair secondo l'avvocato spesso sceglie di dirottare i voli su Bologna dove si trova uno degli hub della compagnia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come spiega il legale infine, i passeggeri non potranno però chiedere il risarcimento per compensazione pari a 250 euro a passeggero previsto dal regolamento Ce, in quanto nonostante siano state superate le 3 ore di ritardo, in caso di cancellazioni o dirottamento dovuti a cause eccezionali legate al maltempo, il rimborso non è previsto. E su questo punto l'avvocato Gargano solleva una polemica riguardante le politiche della Ryanair che molto frequentemente ricorre a cancellazioni e dirottamenti anche quando le condizioni meteo avverse potrebbero essere considerate discutibili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il bagno con la mascherina e rischia di morire soffocato: paura sul lungomare nord di Pescara

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Scontro frontale auto-scooterone: tre feriti, due sono gravi [FOTO]

  • Segue ed infastidisce una ragazza in pieno giorno a Villa Raspa di Spoltore: nuovo episodio di delirio per un giovane

  • Scontro frontale tra auto e scooterone vicino all'aeroporto: gli aggiornamenti

  • Poliziotto aggredito a calci e pugni mentre effettuava un controllo sulla strada parco

Torna su
IlPescara è in caricamento