A Pescara torna il "Velo di Iside" per dire no alla violenza su donne e bambini [FOTO]

Ieri in piazza Salotto c'è stata anche una sfilata che è partita dalla stazione con modelle vestite da sposa e cani della Fisa insieme ai loro addestratori. Gli abiti nuziali sono stati donati da donne già sposate a ragazze economicamente meno fortunate

foto di William Palusci

Successo per “Il velo di Iside”, manifestazione contro la violenza sulle donne e sui bambini che si è tenuta ieri sera (17 maggio) in piazza Salotto. Grande partecipazione della popolazione per questo delicatissimo tema.

Un evento con musica, spettacoli e dibattiti, organizzato dalla onlus “Iside” in collaborazione con la Fisa (Federazione italiana salvamento acquatico), e giunto alla quinta edizione per accendere i riflettori sulla violenza verso donne, bambini e in alcuni casi anche contro gli animali. Presente l'autrice Eleonora Giovannini, con un talk show aperto a tutti che ha visto gli interventi di politici, psicologi, avvocati e giovani talenti.

La manifestazione è iniziata con la dimostrazione di primo soccorso della Squadra di Salvataggio della 'Angeli del Mare' di Marco Schiavone e Padalino Carmen, brevettati Fisa. C'è stata anche una sfilata che è partita dalla stazione di Pescara con modelle vestite da sposa e cani della Fisa insieme ai loro addestratori. Il corteo de "le spose di Iside" è iniziato alle 20,30 con il rombo delle Harley Davidson dell'associazione di motociclisti "Blockhaus Free Chapter Abruzzo". 

A seguire:

  • Cinzia con Buddy (mascotte della scuola federale Fisa Aquatic Emotions)
  • Armando Rucci, docente Fisa per unità cinofile da ricerca dispersi in superficie e macerie
  • Antonella e il suo cane Akira
  • Antonio con Axel
  • Ugo con Uma
  • Gessica con Ika
  • Francesco con Perla
  • Davide con Lula
  • Angelo Lepore con la sua Ambra dell'associazione Acquatic Emotions 
  • l'unità cinofila di salvataggio della Fisa
  • gli assistenti bagnanti della Fisa "Angeli del Mare"

Tutti insieme per dire a grande voce basta con la violenza sulle donne e sui bambini e per dare un forte messaggio ai giovani:

"La violenza non è una forza ma una debolezza. Ho giurato di non restare in silenzio, in qualunque luogo o situazione in cui una donna un uomo o un bambino siano costretti a subire sofferenze o umiliazione. Dobbiamo sempre schierarci. Il silenzio aiuta il carnefice mai la vittima. Dove c’è violenza non c’è amore".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli abiti nuziali sono stati donati da donne già sposate a ragazze economicamente meno fortunate che devono contrarre matrimonio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Fa il bagno con la mascherina e rischia di morire soffocato: paura sul lungomare nord di Pescara

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Segue ed infastidisce una ragazza in pieno giorno a Villa Raspa di Spoltore: nuovo episodio di delirio per un giovane

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Coronavirus, sette nuovi contagi accertati in Abruzzo: tre sono nel Pescarese

Torna su
IlPescara è in caricamento