Portanuova: prima riunione del comitato popolare

Circa 500 persone hanno costituito il comitato popolare “Pescara Portanuova che verrà” per rilanciare l'immagine della parte sud della città, afflitta da degrado e scarsa sicurezza

Prima riunione del comitato popolarePescara Portanuova che verrà”, al quale hanno aderito già 500 persone e che punta a rilanciare la parte sud della città, afflitta da tempo da alcune problematiche come il degrado e la scarsa sicurezza. Durante l'assemblea è stato proposto un sondaggio ai presenti per determinare quali sono le priorità da risolvere, con la questione sicurezza al primo posto, seguita dal rilancio economico.

Sul fronte della sicurezza, preoccupa la presenza in strada di accattoni, prostitute e senzatetto sia di giorno che di notte e per questo il comitato chiede maggiore presenza alle forze dell'ordine e telecamere di videosorveglianza. Per il rilancio economico, si punta alla creazione di un distretto storico culturale di Pescara Vecchia per attirare turisti e cittadini con il mercato di via dei Bastioni come "show room" di eventi, e la zona franca per attirare nuove attività dei giovani, ed un sistema più moderno di viabilità e parcheggi.

Il comitato prosegue:

"Affrontate anche altre questioni rilevanti come il futuro della stazione di Pescara Portanuova, ove di recente ha chiuso la ludoteca e ora è luogo senza vita e isolato, il recupero complessivo dell'ex tribunale di piazza Alessandrini, il destino delle strutture
dell'ex fonderia Camplone, il problema irrisolto degli allagamenti in caso di pioggia, la necessità di un migliore arredo urbano e di cura delle aree verdi. Si è parlato anche di progetti auspicabili, culturali e di viabilità, per il distretto ex Aurum/Pineta Dannunziana,
Lungomare Sud e di un piano di Consorzi di via e Card-sconto per sostenere i commercianti in difficoltà della zona dello Stadio"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Essendo una zona popolata da studenti sarebbe utile predisporre anche delle rastrelliere per bici evitando che queste vengano legate ad alberi, pali e recinzioni.

    • Per eliminare il degrado e favorire il commercio occorre una massiccia pedonalizzazione e creazione di piste ciclabili. In Francia stanno facendo la rivoluzione.ovviamente i tg mica lo fanno vedere.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Feniello: "Il mio nome e il mio dolore sfruttati per fare campagna elettorale"

  • Teatro

    “Scegli una carta”, Di Battista fa centro ancora una volta con la sua comicità confidenziale

  • Attualità

    Meteo Abruzzo, avviso della Protezione Civile: venti di burrasca tra domenica e lunedì

  • Pescara calcio

    Serie B: Pescara-Padova 2-0, doppio sigillo di Mancuso e il Delfino vola

I più letti della settimana

  • Botte in strada a Montesilvano, coinvolti anche donne e bambini

  • Pescara, dramma a San Donato: morto 20enne, è giallo sulla dinamica

  • Tragedia a San Valentino, giovane muore mentre è al volante dell'auto

  • Fugge a un controllo e sperona due auto, arrestato dopo inseguimento a folle velocità [FOTO]

  • Veicolo si ribalta dopo tamponamento, autostrada A14 chiusa [FOTO]

  • Pescara, pluriomicida evade durante un permesso premio: arrestato

Torna su
IlPescara è in caricamento