Piazza Muzii, movida troppo rumorosa: scattano i controlli acustici

L'assessore Del Trecco ha annunciato la firma di un protocollo con l'Arta per avviare, dopo ferragosto, controlli per l'inquinamento acustico nella zona della movida di piazza Muzii

Al via i controlli nella movida della zona di piazza Muzii, a partire da quelli per l'inquinamento acustico. Lo ha fatto sapere l'assessore Del Trecco annunciando la firma di un protocollo con l'Arta per avviare i controlli davanti ai locali e lungo le strade affollate nel fine settimana e nelle serate festive.

L'assessore ha sottolineato come i controlli interesseranno anche altre zone della città e non solo quelle dove si concentra la movida invernale ed estiva, per restituire tranquillità al sonno dei residenti. Un sì alla movida, ed un no al caos senza regole ha specificato la Del Trecco:

La precedente amministrazione avrebbe dovuto accompagnare e disciplinare tale processo, fissando alcuni paletti e controllandone il rispetto, ma non lo ha fatto e quella movida è diventata un problema, come dimostrano i numerosi esposti e le continue segnalazioni da parte di cittadini esasperati dai disturbi provenienti da elevati livelli di rumorosità.

Le regole e le leggi ci sono, è allora compito del Comune farle rispettare attraverso lo strumento dei controlli, che la legge del ’95 affida non solo ai dipendenti dell’Arta, ma anche al personale della Polizia municipale, integrando, nel caso dei pubblici esercizi, bar, ristoranti, locali, il controllo sul rumore con quelli più complessivi su regolarità degli orari di apertura e chiusura, degli affollamenti, che sono di specifica competenza della Polizia municipale, ricordando peraltro che spesso il problema del rumore notturno non dipende tanto dalla musica generata dal locale, quanto dalla concentrazione in pochi metri quadrati di centinaia di persone e dal chiacchiericcio, brusio e gli schiamazzi che ne derivano.

Il dirigente del settore politiche energetiche ambientali si rapporterà all'Arta ed alla polizia municipale per fissare il modus operandi dei controlli che inizieranno già alla fine dell'estate:

"Individuati i paletti, fisseremo anche un incontro generale con gli imprenditori della movida di tutta la città, dunque anche con i
balneatori della nostra riviera, e con i residenti per illustrare loro l’iniziativa assunta e ufficializzare le procedure che attiveremo, fissando una sorta di ‘anno zero’, chiedendo la collaborazione di tutti e soprattutto il rispetto delle regole e dello spirito di civile convivenza”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Il programma televisivo 'Food Advisor' fa tappa a Pescara [VIDEO]

  • Uomo trovato senza vita in casa, il cane lo veglia e aggredisce suo fratello

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Meteo, le previsioni per Pescara e l'Abruzzo

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

Torna su
IlPescara è in caricamento