Liberata in mare la tartaruga adottata dalla piccola Ludovica Angrilli

La tartaruga "Lully" è stata rilasciata in mare dall'associazione "Adricesta" e dal Centro Studi Cetacei di Pescara a quattro mesi esatti dall'omicidio della piccola Ludovica e della madre Marina

E' stata liberata ieri pomeriggio 20 settembre "Lully", la tartaruga salvata dal Centro Studi Cetacei Centro Recupero Tartarughe  Marine "L. Cagnolaro" di Pescara che era stata adottata da Ludovica Angrilli, la bimba uccisa dal padre esattamente quattro mesi fa sul cavalcavia di Francavilla.

Presenti i volontari del centro oltre ai rappresentanti dell'associazione Adricesta. Fu proprio Ludovica a scegliere il nome per la tartaruga di 41kg di peso e 90 cm di lunghezza che ha subito preso il largo in mare fra gli applausi dei presenti, fra cui il Direttore Marittimo  C.V. Donato De Carolis, del Direttore del CSC Dott. Vincenzo Olivieri, dello zio di Ludovica Dott. Francesco Angrilli con le cugine Anna e Claudia, dei Volontari ADRICESTA con la Presidente Carla Panzino.

Potrebbe interessarti

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • Pericolo zecche: come riconoscerle e difendersi

  • La scienza spiega perché le zanzare pungono soprattutto alcune persone

  • Celiachia: quali test fare per scoprire intolleranze o allergie

I più letti della settimana

  • L'autopsia non chiarisce le cause del decesso di Tiziano Paolucci, morto in strada dopo una lite

  • Pescara, sequestrata casa a luci rosse nel cuore di Porta Nuova - FOTO -

  • Maltempo, tromba marina davanti alla costa di Pescara [FOTO]

  • Annullato il concerto di Jovanotti a Vasto, la proposta del centrosinistra: "Il Jova Beach Party a Pescara"

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • Montesilvano, il Comune assume personale: al via il bando

Torna su
IlPescara è in caricamento