Liberata in mare la tartaruga adottata dalla piccola Ludovica Angrilli

La tartaruga "Lully" è stata rilasciata in mare dall'associazione "Adricesta" e dal Centro Studi Cetacei di Pescara a quattro mesi esatti dall'omicidio della piccola Ludovica e della madre Marina

E' stata liberata ieri pomeriggio 20 settembre "Lully", la tartaruga salvata dal Centro Studi Cetacei Centro Recupero Tartarughe  Marine "L. Cagnolaro" di Pescara che era stata adottata da Ludovica Angrilli, la bimba uccisa dal padre esattamente quattro mesi fa sul cavalcavia di Francavilla.

Presenti i volontari del centro oltre ai rappresentanti dell'associazione Adricesta. Fu proprio Ludovica a scegliere il nome per la tartaruga di 41kg di peso e 90 cm di lunghezza che ha subito preso il largo in mare fra gli applausi dei presenti, fra cui il Direttore Marittimo  C.V. Donato De Carolis, del Direttore del CSC Dott. Vincenzo Olivieri, dello zio di Ludovica Dott. Francesco Angrilli con le cugine Anna e Claudia, dei Volontari ADRICESTA con la Presidente Carla Panzino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Tragedia nell'ospedale di Pescara, uomo precipita dal settimo piano e muore

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Movida Pescara, due persone denunciate per ubriachezza molesta e 9 multate perché senza mascherina

Torna su
IlPescara è in caricamento