Tragedia hotel Rigopiano, Salvini: "10 milioni di euro per i parenti delle vittime"

I fondi sono stati reperiti grazie a un intervento ad hoc messo a punto dal Viminale

Come promesso venerdì scorso durante la sua visita a Pescara, il ministro dell'Interno Matteo Salvini, ha annuciato oggi, una settimana dopo, con un video messaggio di Facebook di aver stanziato dieci milioni di euro per i familiari delle vittime dell'hotel Rigopiano.

I fondi sono stati reperiti grazie a un intervento ad hoc messo a punto dal Viminale con emendamento che verrà presentato in Parlamento. 

«Come promesso», annuncia il ministro Salvini, «abbiamo fatto in una settimana quello che altri non hanno fatto in due anni un intervento di legge a favore dei familiari delle 29 vittime della tragedia di Rigopiano e, soprattutto, 10 milioni stanziati dal ministero dell'Interno per aiutare chi ha perso tutto in quelle drammatiche ore. Dalle parole ai fatti».

Nel video messaggio Salvini ricorda anche la commemorazione prevista il 18 gennaio a Penne a due anni dalla tragedia e assicura che farà il possibile e l'impossibile pur di esserci.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Operaio cade da 4 metri, ricoverato in gravi condizioni a Pescara

  • Attualità

    Omeopatia, consulti medici gratuiti in tre studi di Pescara

  • Montesilvano

    Al via i lavori di riqualificazione in via Roma a Montesilvano, la strada chiude al traffico

  • Attualità

    Leonetta D'Amico di Spoltore festeggia i 100 anni con una buona azione per l'Ail

I più letti della settimana

  • Topo morto in una confezione di alimenti e carcasse dove si producono, titolare impresa denunciato

  • Le gemelle Fazzini di Città Sant'Angelo espulse nell'ultima puntata de "Il Collegio"

  • Raddoppiano i voli dell'aeroporto d'Abruzzo da aprile, tratte e dettagli

  • Pescara, rinvenuto cadavere in uno stabile abbandonato

  • Donna sorpresa all'aeroporto di Pescara con 63mila euro in contanti

  • Vende dolci di "produzione propria" che in realtà non lo sono, denunciato

Torna su
IlPescara è in caricamento