Iniziate le operazioni di dragaggio al porto turistico di Pescara

La movimentazione di sedimenti marini, utile al ripristino delle batimetrie, sarà pari a 3mila metri cubi

Come annunciato nei giorni scorsi dalla Capitaneria di Porto, sono state avviate questa mattina, lunedì 3 giugno, le operazioni di dragaggio al porto turistico "Marina di Pescara".
La movimentazione di sedimenti marini, utile al ripristino delle batimetrie, sarà pari a 3mila metri cubi.

A eseguire i lavori di dragaggio è la dittà molisana Inmare di Termoli. Come si legge nell'ordinanza firmata dal comandante Donato De Carolis, «durante l’esecuzione dei lavori gli specchi acquei interessati dalle operazioni di cui al “rende noto”, per un raggio di 30 mt. dall’unità nautica impegnata nelle operazioni, sono interdetti alla navigazione, alla sosta, al transito, ed a tutti i pubblici usi del mare».

Problemi gravi invece restano nel fiume Pescara dove ormai in alcuni punti si riesce di nuovo a camminare sull'acqua vista la quantità di materiale presenti sul fondale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO | A "Live - Non è la D'Urso" il ristorante delle sexy maggiorate pescaresi

  • Il Titanic di piazza Salotto finisce su Rai 2 insieme all'Iceberg di Lanciano, piovono critiche a "Detto Fatto" [VIDEO]

  • Scivolano sul ghiaccio, morti due escursionisti sulla Majella: gli aggiornamenti

  • Cordoglio e dolore per la tragica morte di Matteo Martellini - FOTO -

  • Ritrovato morto l'uomo disperso sulla Majella, era un carabiniere [FOTO]

  • Trovato morto il 37enne di Città Sant'Angelo scomparso sul Gran Sasso

Torna su
IlPescara è in caricamento