Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Albani (primario pronto soccorso Pescara): "Aumenti dei casi di Coronavirus prevedibile, circoscrivere focolai"

«Il numero dei casi stanno aumentando, ma questo era prevedibile perché segue l'andamento epidemiologico. Abbiamo preso tutti i provvedimenti per far sì che la circoscrizione dei focolai sia la più attenta possibile», dice Albani

 

Antonio Albani, primario del pronto soccorso dell'ospedale di Pescara, fa il punto della situazione sull'emergenza contagio da Covid-19 (Coronavirus) che ormai è arrivata in Abruzzo.
«Il numero dei casi stanno aumentando, ma questo era prevedibile perché segue l'andamento epidemiologico. Abbiamo preso tutti i provvedimenti per far sì che la circoscrizione dei focolai sia la più attenta possibile», dice Albani.

Questo quanto dice Albani rispondendo alla domanda dell'Agenzia Dire se si possa parlare di emergenza in Abruzzo visto l'aumento dei casi di contagio delle ultime ore (al momento 30 quelli accertati) e di focolai interni al territorio, appena uscito da una lunga riunione che si è tenuta nella sede dell'Agenzia Sanitaria regionale a Pescara finalizzata al prendere nuovi provvedimenti per contrastare l'epidemia, sulle notizie circolate nelle ultime ore secondo cui ci sarebbe stato un aumento degli ingressi in pronto soccorso e che alcune persone sarebbero arrivate dicendo di aver contratto il Covid 19:

«Non è vero, il numero di accessi è fortemente diminuito. Parliamo di un 30-40% in meno di accessi nel pronto soccorso, in linea con le medie italiane e non si è verificato un particolare afflusso di pazienti che lamentavano sintomi riferibili al Coronavirus. I consigli da seguire, sono sempre gli stessi: uscire il meno possibile, rimanere a casa soprattutto persone anziane e limitare uscite per cose strettamente necessarie e mantenere distanza sicurezza un metro dall'altro».

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPescara è in caricamento