Omicidio Bevilacqua, condanna a 20 anni per Fantauzzi

Questa la decisione del Gup (giudice per l'udienza preliminare) del tribunale di Pescara, Nicola Colantonio che ha accolto le richieste del pm (pubblico ministero) Paolo Pompa

Una condanna a 20 anni di carcere. Questi gli anni che dovrà scontare Massimo Fantauzzi, reo confesso dell'omicidio del giovane Antonio Bevilacqua, deceduto a soli 21 anni.
Questa la decisione del Gup (giudice per l'udienza preliminare) del tribunale di Pescara, Nicola Colantonio che ha accolto le richieste del pm (pubblico ministero) Paolo Pompa.

Fantauzzi confessò di aver sparato un colpo di fucile a Bevilacqua la sera del 16 settembre del 2017 all'interno del pub Birrami di Montesilvano ed è stato giudicato con il rito abbreviato che consente di accedere a uno sconto della pena pari a un terzo. 
Colantonio ha disposto anche l'applicazione della misura di 10 anni di libertà vigilata.

Questa mattina, mercoledì 28 novembre, nell'aula del tribunale c'erano anche i familiari del giovane ucciso, mentre era assente Fantauzzi, che era accusato di omicidio volontario. Tra i capi di imputazione anche furto in abitazione di 3 fucili da caccia, porto e detenzione dei fucili, alterazione delle caratteristiche e cancellazione della matricola del fucile usato per uccidere.

Delusi della decisione sia la moglie di Bevilacqua che il legale di parte civile, De Marco, entrambi ritengono che 20 anni siano pochi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo per Pescara e l'Abruzzo, l'avviso della Protezione Civile

  • Meteo, le previsioni per Pescara e l'Abruzzo

  • Treni sospesi tra Pescara e Ancona per un animale investito

  • Torna il maltempo e arriva il Graupeln, le previsioni

  • Morto il commercialista Vittorio Cicconi, categoria in lutto

  • Sequestrati 62 panettoni in un'industria dolciaria, titolare nei guai per tentata frode in commercio

Torna su
IlPescara è in caricamento