Danni da allagamenti in viale Marconi, Aca condannata a risarcire commerciante

Il tribunale di Pescara che ha condannato l'Aca Spa (l'azienda comprensoriale acquedottistica) per i danni causati dalla piogge cadute il 28 luglio del 2011 e il 14 settembre del 2012

Una condanna a risarcire i danni provocati dagli allagamenti a un commerciante di viale Marconi a Pescara.
È quella emessa dal tribunale di Pescara che ha condannato l'Aca Spa (l'azienda comprensoriale acquedottistica) per i danni causati dalla piogge cadute il 28 luglio del 2011 e il 14 settembre del 2012.

L'avvocato Alessandro Buccieri ha assistito la Zu.Ric. Srl-Bed&Bed in questa causa contro l'Aca. 

Leggendo il dispositivo della sentenza emerge come il Ctu (consulente tecnico), nominato nel 2017, abbia potuto accertare l’inadeguatezza del sistema di smaltimento misto di acque meteoriche e reflue urbane nella zona di viale Marconi al verificarsi di eventi meteorici di particolare intensità, non eccezionali.

In sostanza è stato accertato che il sistema di smaltimento, nonostante la consapevolezza della vetustà e inefficienza, a prescindere dai problemi di manutenzione ordinaria e straordinaria, ha delle evidenti criticità:

  • la rete fognaria esaminata nel tratto di competenza è “duale” poiché raccoglie sia le acque reflue urbane che quelle meteoriche; 
  • i vecchi fossi Bardet, oggi risultano chiusi e non risultano conformati allo smaltimento delle acque nere;
  • in caso di evento meteorico intenso, non eccezionale, la minima pendenza di cui sono forniti i canali Bardet e le notevoli quantità di solidi sedimentati nei collettori, determinato ostruzione del canale e la riduzione della sezione idraulica;
  • lo stato delle caditoie che dovrebbero raccogliere le acque dalla sede stradale sono risultate sempre intasate; 
  • il sistema fognario misto è inefficiente allo smaltimento dell’evento meteorico e tale inefficienza insiste in  primis nella vetustà del sistema di collettamento a carico dei due fossi Bardet.

In altre parole, almeno stando alla sentenza del tribunale, le cause degli allagamenti si rinvengono nella inefficienza del sistema fognario della zona, aggravata dal cattivo stato di manutenzione.
Per questo motivo l’Aca, quale gestore del servizio, è stat condannta alla corresponsione 15mila euro, oltre alle spese legali, in favore del danneggiato ovvero la Zu.Ric. Srl-Bed&Bed.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enrico Remigio di Scafa arriva a quota 300mila euro a "Chi vuol essere milionario", resta solo la domanda da un milione

  • Alla guida sotto effetto dell'alcol, fantasiosa giustificazione di un professionista pescarese: "Mi hanno messo pillola nel bicchiere"

  • Dramma a Montesilvano, acqua bollente cade su un bimbo di 16 mesi e lo ustiona: è grave

  • Incidente ai Colli, perde il controllo dell'auto e si schianta contro fuoristrada facendolo ribaltare [FOTO]

  • Pescara, sciolto il nodo allenatore: arriva Di Biagio

  • Carica una prostituta e fa uno scontro frontale, lei finisce in ospedale

Torna su
IlPescara è in caricamento