Caso "Le Naiadi", Serraiocco: "Vicino accordo con la piscina di Chieti per i 130 bambini"

A farlo sapere è l'amministratore della società sportiva Vincenzo Serraiocco, dopo l'apposizione dei sigilli allo storico centro sportivo

Si apre un piccolo spiraglio per i 130 bambini e ragazzi tesserati nel settore Propaganda della Sport Life che si allenavano nelle piscine "Le Naiadi" di Pescara.
A farlo sapere è l'amministratore della società sportiva Vincenzo Serraiocco, dopo l'apposizione dei sigilli allo storico centro sportivo.

Questo quanto fa sapere Serraiocco:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Stiamo lavorando in queste ore a una soluzione, affinché si possa garantire lo svolgimento delle attività sportive, sospese alle piscine Le Naiadi per la nota chiusura dell'impianto, a tutti i tesserati del settore Propaganda della Sport Life. Entro qualche giorno annunceremo la soluzione che prevede, grazie all'accordo con la Teate Servizi che gestisce per contro del Comune di Chieti la piscina teatina (con la Sport Life che si occupa della parte agonistica) per trovare degli spazi vasca, al fine di poter garantire la ripresa delle attività per i nostri ragazzi del settore Propaganda che per cause, non dipendenti dalla nostra società e dalla nostra volontà, hanno dovuto interrompere la pratica agonistica. Ringrazio la Teate Servizi per la sensibilità dimostrata e spero che già dalle prossime ore i nostri ragazzi possano tornare alla pratica sportiva». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Controlli nelle case per verificare se si è residenti: "Non aprite la porta, è una truffa"

  • Coronavirus in Abruzzo, calano i contagi: 52 nuovi casi, i dati aggiornati

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Coronavirus, il medico Staffilano: "Attenzione ai primi sintomi cardiologici post malattia”

  • Coronavirus, impennata di guariti in Abruzzo: 38 pazienti hanno superato il Covid-19 nelle ultime ore

  • Torna troppo tardi a casa dallo studio, avvocato multato di 550 euro dalla Guardia di Finanza

Torna su
IlPescara è in caricamento