Carenza d'acqua in Abruzzo, i consigli dell'Aca per ridurre i consumi

L'Aca, che nei giorni scorsi aveva lanciato l'allarme per l'aumento sensibile dei consumi d'acqua domestici per il Coronavirus, ha pubblicato alcuni consigli utili per evitare sprechi

A causa del decreto del Governo per l'emergenza Coronavirus, che impone agli italiani di rimanere a casa evitando spostamenti non indispensabili ed urgenti, il consumo d'acqua domestico è sensibilmente aumentato, con l'Aca che già qualche giorno fa aveva lanciato l'allarme riguardante soprattutto i prossimi mesi quando, complice anche un inverno mite e con poche precipitazioni, saranno necessari interventi di razionamento delle forniture anche importanti.

Per questo, la stessa Aca ha diffuso una serie di consigli per evitare sprechi che possono portare ad una riduzione anche significativa dei consumi, aumentati in questi giorni fino al 30%.

Fra questi, è fondamentale chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti, ci si rade o lava le mani considerando che si potrebbero risparmiare 6 litri al minuto. La doccia è fortemente consigliata in quanto consuma circa 20 litri d'acqua, mentre per il bagno ne occorrono 150.

CORONAVIRUS, GLI ABRUZZESI CONSUMANO TROPPA ACQUA

Lavare poi le verdure lasciandole in ammollo ed evitando l'acqua corrente, risciaquandole velocemente solo alla fine con un getto d'acqua. Il risparmio per una famiglia di tre persone, all'anno, sarebbe di circa 4.500 litri. Usare inoltre lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico, con un risparmio annuo per famiglia di tre persone di 8.200 litri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non utilizzare acqua potabile per orto e fiori del terrazzo, usando acqua già utilizzata per altri scopi come per esempio per le verdure, mentre per il ferro da stiro si può utilizzare l'acqua dei deumidificatori e condizionatori che fra l'altro sono completamente prive di calcare. Infine scongelare gli alimenti all'aria o in una bacinella, evitando di lasciarli sotto l'acqua corrente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Violazione delle norme anti Covid sulla riviera, ecco gli interventi della polizia di Pescara

  • Segue ed infastidisce una ragazza in pieno giorno a Villa Raspa di Spoltore: nuovo episodio di delirio per un giovane

  • Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

Torna su
IlPescara è in caricamento