Alberghiero De Cecco, l'appello degli studenti: "Riaprire la sede di via Italica"

Venerdì 8 marzo ci sarà un sit in davanti alla Provincia da parte degli studenti dell'Alberghiero De Cecco che chiedono risposte sulla riapertura della sede dell'istituto a Porta Nuova

Riaprire in tempi brevi la sede di via Italica dell'Alberghiero De Cecco. Protestano gli studenti dell'istituto pescarese che hanno organizzato per domani 8 marzo un sit in davanti alla Provincia dalle 9 alle 12. I ragazzi chiedono risposte dall'amministrazione provinciale, accusata di un silenzio inaccettabile, considerando che da oltre quattro mesi gli studenti delle classi del primo biennio sono disolcati nell'Istituto Professionale Di Marzio Michetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il grave disagio di noi studenti e delle nostre famiglie non è più accettabile, anche perché già in passato abbiamo vissuto  per anni rilevanti difficoltà continui per le strutture fatiscenti. Le somme sono state stanziate,  ora si deve accelerare l’iter burocratico.
Non siamo studenti di serie “B” e il pieno diritto allo studio è sancito dalla Costituzione per TUTTI. Il nostro Istituto sforna eccellenze del settore Turistico ed Enogastronomico, ma circa 400 Studenti non sono nelle condizioni di fruire appieno delle strutture e dei laboratori che ci permettono una adeguata formazione consona all’indirizzo scolastico da noi scelto

FIORILLI SU LAVORI ALL'ALBERGHIERO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • All'ospedale di Pescara diagnosi in 3 minuti per le polmoniti da Covid19 grazie ad un software donato da Petruzzi

  • Torna troppo tardi a casa dallo studio, avvocato multato di 550 euro dalla Guardia di Finanza

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

  • Coronavirus, Parruti ottimista: "A Pescara l'86% dei pazienti trattati con tocilizumab ha avuto un rapido miglioramento"

Torna su
IlPescara è in caricamento