A Pescara il tir della campagna ambientalista Circoliamo

Arriva a Pescara la campagna ambientalista "CircOLIamo". Oli lubrificanti usati, rischi per l'ambiente e opportunità per l'economia nazionale e locale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPescara

Arriva a Pescara la campagna ambientalista "CircOLIamo". Oli lubrificanti usati, rischi per l'ambiente e opportunità per l'economia nazionale e locale: questi i temi principali della conferenza stampa che si terrà venerdì 23 marzo alle 11 in piazza della Repubblica nella sala conferenze a bordo del tir di CircOLIamo, alla presenza del direttore generale di Attiva Spa Massimo Del Bianco, del dirigente Servizio Rifiuti della Regione Franco Gerardini e di Marco Paolilli, coordinatore della rete di raccolta del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati

L'evento rappresenta la terza tappa abruzzese della campagna educativa itinerante "CircOLIamo" organizzata dal Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e del Segretariato Sociale Rai, che nell'arco di due anni toccherà tutti i capoluoghi di provincia italiani allo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sul corretto smaltimento dei lubrificanti usati e ottimizzarne la raccolta.

 

Dalle 9 alle 11, a bordo del grande tir promozionale che sosterà in piazza della Repubblica, è previsto l'incontro con i ragazzi delle scuole, che parteciperanno agli educational loro dedicati; i ragazzi si fermeranno al villaggio allestito dal Consorzio per giocare al "Gioco dell'Olio" imparando, divertendosi, a rispettare l'ambiente e il proprio territorio.

 

Nel corso dell'incontro con la stampa verranno resi noti i dati di raccolta degli oli lubrificanti usati in Abruzzo e in particolare nella Provincia di Pescara. Il Consorzio proporrà, insieme ai relatori, le soluzioni ad eventuali difficoltà o inadempienze. L'olio lubrificante usato è un rifiuto pericoloso che deve essere smaltito correttamente. Se utilizzato in modo improprio può essere estremamente dannoso per l'ambiente e per la salute umana: basti pensare che 4 kg circa di olio - il cambio di un'auto - se versati in mare posso coprire una superficie grande quanto un campo di calcio.

 

Torna su
IlPescara è in caricamento